23.08.2020   |   Lyfe Style

Percorsi di trekking – Il Sentiero degli Dei

Il Sentiero degli Dei è un percorso escursionistico che si snoda per circa 9 Kilometri all'interno dei monti Lattari tra la costiera amalfitana e sorrentina. Oltre a panorami suggestivi e imperdibili, offre la possibilità di un'immersione totale in una natura incontaminata e nella storia dei luoghi.
Il SENTIERO DEGLI DEI
“Quella strada sospesa sul magico golfo delle Sirene solcato ancora oggi dalla memoria e dal mito ” (I. Calvino)

Il leggendario nome deriva da una storia che narra di come il sentiero fosse stato percorso dalle divinità greche allo scopo di salvare Ulisse dal canto delle Sirene della vicina isola di “Li Galli”.

 

Per pianificare l'escursione è possibile scegliere tra due percorsi alternativi : il “Sentiero alto” che inizia da Bomerano (frazione di Agerola) e termina a Santa Maria del Castello ed è leggermente più impegnativo per la presenza di molti tratti in salita. Mentre il “Sentiero basso”, panoramico e più facile, attraversa l'antico paese di Nocelle per concludersi a Positano.

Il percorso è dotato di una buona segnaletica e di strutture protettive per i punti più impervi e pericolosi. Sono inoltre state realizzate terrazze panoramiche da cui è possibile ammirare i Faraglioni dell'Isola di Capri, Punta Penna, l'isola Li Galli e i Monti Lattari. Sono presenti comode panche in legno per potersi riposare e rifocillare e diverse sorgenti di acqua fresca e potabile. L'escursione è di media difficoltà, si consigliano abbigliamento e calzature adatte al trekking.

CONSIGLIATO PER:

• la piacevole sensazione di camminare in una sorta di “ambiente sospeso” che riporta indietro nel tempo, ad una cultura rurale e contadina che è tutt'ora presente e visibile. Si possono ammirare gli appezzamenti di terreno sistemati a terrazzo (con viti, agrumi, fichi e meli) e il paesaggio caratterizzato da da guglie, profonde gole, dirupi e precipizi, quercete, grotte, felci, rovi, ginestre e numerose specie di erbe aromatiche come il timo, la salvia, il rosmarino e la rucola.

 

DESCRIZIONE PERCORSO

Per godere appieno della bellezza di questo trekking si consiglia di percorrerlo nella direzione che va da Bomerano (frazione di Agerola) a Nocelle in modo da poter camminare in leggera discesa e avere davanti a sé un panorama in continua evoluzione. Si può raggiungere l'inizio del percorso in macchina o in autobus. Nella piazzetta di Agerola è presente un infopoint dove poter prendere guida e mappa.

All'inizio del percorso si incontra la “Grotta del Biscotto”, così chiamata per la friabilità delle sue pareti rocciose: una cavità posta a 528 m sul livello del mare inserita in un'area caratterizzata da dirupi e precipizi con un panorama mozzafiato.

Nelle immediate prossimità si possono ammirare antichi insediamenti, risalenti all'epoca delle incursioni saracene, definiti “Villaggi Rupestri” le cui abitazioni hanno la particolarità di essere stati realizzati direttamente nella roccia e su di essa sospesi.

In seguito, una gradinata ricavata con blocchi di pietra calcarea, conduce ad uno sperone roccioso alla cui base si innalza una irta guglia calcarea conosciuta come il “Pistillo”.

Continuando, il sentiero conduce a Colle la Serra (578m). Il paesaggio cambia e si aprono ampie vedute panoramiche con l'isola di Capri, la parte finale della penisola dei monti Lattari e gli isolotti dei Galli. Ci sono punti molto suggestivi a strapiombo sulla parete rocciosa.

 

Proseguendo si apre il baratro del Vallone Grotte, uno stretto anfiteatro che scende ad imbuto su cui dominano decine di grotte di varie dimensioni che si vedono spiccare tra l'azzurro del mare e il verde cupo dei boschi. Dopo gli ultimi tornanti, immersi nella macchia mediterranea, il percorso giunge nell'antico paese di Nocelle (420 m).

A questo punto si può scegliere di tornare indietro percorrendo il sentiero in senso inverso oppure proseguire fino a Positano seguendo la lunga discesa di circa 1800 scalini che conduce al paese. E' dunque possibile rientrare a Bomerano con bus navetta o con il traghetto, tenendo conto di tempi di percorrenza abbastanza lunghi (circa 3 ore).

 
INDICAZIONI SUL TREKKING

Trekking indicato come Sentiero n. 327 
Lunghezza: 9 km circa (da Bomerano a Positano)
Altitudine max. 630 m s.l.m.
Altitudine min. 30 m s.l.m.
Tempo totale: 4,30 ore (solo andata)
Difficoltà: media

 

Per maggiori informazioni

Sito dedicato: www.ilsentierodeglidei.net
Indicazioni sul trekking: www.caimontilattari.it
Informazioni turistiche: www.costieraamalfitana.com
Storia e leggende: www.trekking.it

 

CAZATURE CONSIGLIATE

Scarpe da escursionismo con suola antiscivolo.
Scopri le Collezioni ARMOND uomo-donna ideate per il Trekking leggero: www.amond.com